Italiano English Deutsch

Pierino Nardon

Pierino Nardon

Da: il Giornale di Vicenza, articolo del 03/11/05 - Clicca qui per articolo integrale

3 Novembre 1925 - 3 Novembre 2005

Storia di un sogno!

Un grande progetto imprenditoriale che continua a crescere

Oggi Pierino Nardon, fondatore della Plastica Nardon Srl, festeggia gli 80 anni e sono davvero tanti i vicentini che si uniscono idealmente alla famiglia per fargli gli auguri, dai dipendenti di oggi e di ieri ai rappresentanti del mondo imprenditoriale.

Sì, perchè la storia di Pierino Nardon è quella di una piccola impresa artigiana cresciuta fino a diventare una realtà industriale che è oggi un punto di riferimento nel proprio settore di attività. E tutto questo senza mai perdere la propria vocazione di azienda interamente legata alla famiglia, pur vivendo le inevitabili fasi di riorganizzazione societaria che una crescita tanto significativa comporta.

E' il 1951 quando Pierino Nardon lascia il lavoro dipendente presso le officine Elettromeccaniche Pietro Ceccato & C. e si mette in proprio, forte di una significativa esperienza acquisita nella precedente esperienza professionale. Ha ventisei anni e poche risorse economiche, ma tanta volontà, ed al suo fianco la giovane moglie Irene che condivide con lui le scelte e le fatiche dell'impresa.

In via Martiri della Libertà, a Montecchio Maggiore, crea inizialmente un piccolo laboratorio per lo stampaggio di resine termoindurenti. Per comprendere il contesto e la dedizione degli esordi è sufficiente ricordare un aneddoto: Pierino Nardon costruisce da sè gli stampi, lavorando di notte, utilizzando le attrezzature avute in prestito dall'amico Gino Gobbo.

Il piccolo laboratorio prende piede e si afferma. A fianco della giovane moglie che gli dà sostegno organizzativo e morale, Pierino inserisce nell'attività giovani apprendisti che alla scuola del titolare acquistano professionalità e, a loro volta, daranno vita a molte aziende locali negli anni successivi.

Il duro lavoro comincia subito a dare i primi frutti e già nel 1958 si rende necessario il primo trasloco. In via Dante di Alte Ceccato, su un terreno cedutogli dalla Ceccato a condizioni di favore in segno di apprezzamento per il lavoro svolto dapprima come dipendente e poi come artigiano. Pierino Nardon costruisce un capannone ampio 500 mq. in cui trovano lavoro fino a venti dipendenti. In questo periodo si evolvono le tecnologie di stampaggio ad iniezione di resine termoplastiche e si afferma lo stampaggio ad iniezione delle resine termoindurenti. Pierino coglie al volo l'occasione di questo sviluppo: la produzione si espade con la nascita di una nuova gamma di prodotti e parallelamente aumenta anche il numero di clienti, ormai sparsi in tutta Italia.

Crescono il lavoro ed il fatturato e di nuovo gli spazi non bastano più, così nel nel 1968 si rende necessario un nuovo trasloco in un edificio ben più ampio. Si arriva così ad uno stabilimento di 1.200 mq. in Viale Europa, per passare quindi all'attuale sede in Via Majorana (il 2 settembre 2004), dove oggi lavorano circa 75 dipendenti.

La continua ricerca di nuove tecnologie porta ad investimenti importanti in macchinari ed attrezzature evolute ed una cura particolare viene posta anche nell'organizzazione, fino a conseguire la certificazione UNI EN ISO 9001:2000.

Con lo stesso spirito del padre, oggi l'Azienda è condotta con successo dal figlio Oreste.

logo confindustria vicenza